1
TRADIZIONE CREMOSA. Il caffè espresso è così radicato nello stile di vita Italiano che nessuno in un bar si sognerebbe di chiedere “un espresso”. La parola magica è – indovina un po' - “un caffè”.
1
NUMERO MAGICO. Cinquanta chicchi è ciò che serve per fare un buon espresso.
2
ARTE IN DIVENIRE. Questa immagine, molto appropriatamente chiamata “Metamòrphosis”, cioè “Trasformazione”, cattura artisticamente i reali passi nel processo della preparazione dell'espresso.
3
ARTE BARISTICA. La macinatura è l'arte del barista esperto, l'arte di creare il perfetto flusso dell'acqua bollente attraverso il caffè.
4
MOLTIPLICAZIONE. La macinatura estende la superficie del caffè centinaia di volte.
4
POZZO NEL DESERTO. Caffè macinato ed accuratamente pressato all'interno del filtro, in attesa dell'estrazione. L'acqua calda e sotto pressione laverà via sia le sostanze solubili che quelle insolubili per rivelare un mondo nascosto di aromi.
5
MAGIC MOMENT. Un filo di crema durante l'estrazione viene versato dal beccuccio alla tazza. La crema dichiara da sola che l'estrazione è stata perfetta.
6
SENTIERO VERSO LA PERFEZIONE. Il perfetto bilanciamento tra la quantità ed il tempo di estrazione è la chiave per ottenere l'espresso perfetto. L'ancora inesperto barista deve interiorizzare l'idea affinché accada sempre.
7
PERSO IN AMMIRAZIONE. La vista dell'estrazione dell'espresso può essere grandemente accresciuta quando si guardi da un porta-filtro tagliato. Non è impressionante?
8
A QUALCUNO PIACE CALDO A QUALCUN ALTRO BOLLENTE. Diversi materiali impattano diversamente sul gusto.
9
SOLO IL CIELO È' IL LIMITE. Il caffè espresso non è soltanto una meravigliosa bevanda: è la base necessaria per un ampio numero di prodotti. Il cappuccino è il migliore esempio, ma c'è molto altro.

La più grande invenzione per bere il caffè.

CAFFÈ ESPRESSO

Nessuno in Italia chiederebbe mai un espresso. Si chiede semplicemente “un caffè”. Tale è l'importanza del caffè espresso per gli Italiani che nessuno si sogna di bere il caffè in altro modo. Piuttosto, prima che l'espresso acquisisse una popolarità internazionale, la mancanza all'estero del caffè espresso era considerata una esperienza straziante e la prima ragione di lamentela una volta tornati a casa. Ora fortunatamente le cose sono cambiate: si trovano appassionati di caffè espresso dovunque nel mondo ed il numero è sempre in crescita.
L'Italia rimane comunque la patria dell'espresso, il luogo dove i legami con le origini sono più forti. Sarà perché l'Italia è il primo luogo in Europa dove si è bevuto caffè, o forse perché l'espresso si combina perfettamente con le tradizione culinarie regionali o addirittura forse perché è considerato un alimento di base e molte tradizioni ci sono cresciute attorno.
Ad ogni modo, poco importa. Ciò che più conta è che per noi l'espresso è un'eredità, una tradizione che deve essere conservata, nutrita e sviluppata, poiché la tradizione senza innovazione diventa sterile e l'innovazione senza tradizione rimane vana.